Amman

Vasta città sorta su 19 colli o "jebel", Amman è la moderna capitale del Regno Hashemita di Giordania, ruolo che la città aveva già ricoperto nell'antichità. Nota come Rabbà degli Ammoniti (Rabbath-Ammon) durante l'età del ferro e successivamente come Filadelfia, l'antica città, un tempo parte della Lega della Decapoli, vanta ora una popolazione di circa 1,5 milioni di abitanti. Spesso nota come la città bianca per le mura bianche delle sue case in pietra, Amman offre una gran varietà di siti storici. Al di sopra di Amman, il sito delle antiche fortificazioni è ora oggetto di numerosi scavi, che hanno rivelato rovine risalenti al Neolitico nonché ai periodi ellenistico e romano, per arrivare fino all'epoca arabo-islamica. Il sito, noto come la Cittadella, comprende strutture come il Tempio di Ercole, il Palazzo Omayyad e la Chiesa Bizantina. Ai piedi della Cittadella si trova il Teatro Romano un profondo anfiteatro scavato nella collina in grado di ospitare 6.000 spettatori e tuttora utilizzato per manifestazioni culturali. Un altro teatro recentemente restaurato è l'Odeon, in grado di ospitare 500 spettatori e utilizzato per concerti. I tre musei della zona offrono un'affascinante panoramica storico-culturale: si tratta del Museo Archeologico giordano, del Museo del folclore e del Museo delle tradizioni popolari. Amman, capitale della Giordania, è una città affascinante e ricca di contrasti che mescola in modo unico antico e moderno, situata su una zona collinare ideale tra il deserto e la fertile Valle del Giordano.    

Nel cuore commerciale della città, edifici ultramoderni, hotel, eleganti ristoranti, gallerie d'arte e boutique si susseguono accanto ai tradizionali caffè e alle piccole botteghe degli artigiani. Ovunque è possibile rinvenire tracce del passato storico della città.                                                                                                    

Data la sua odierna prosperità e grazie al clima temperato, quasi la metà della popolazione della Giordania è concentrata nell'area di Amman. I sobborghi residenziali consistono principalmente di strade e viali alberati fiancheggiati da eleganti case quasi esclusivamente bianche, per via di una legge locale che stabilisce che tutti gli edifici devono essere rivestiti con la pietra tipica del luogo.                                                                   

Molti taxi ad Amman non dispongono di tassametro, quindi l'importo da pagare viene di solito contrattato tra il passeggero e il tassista all'arrivo al destinazione. I tassisti di solito non hanno monete per dare il resto; è quindi consigliabile assicurarsi di disporre di valuta di piccolo taglio prima di salire su un taxi.                                     

Il centro cittadino è più antico e dall'aspetto più tradizionale, con piccoli negozi che producono e vendono oggetti di ogni tipo, dai meravigliosi gioielli alle suppellettili più comuni.                                                         

La gente di Amman è cosmopolita, aperta a nuove culture, istruita ed estremamente ospitale. Accoglie i visitatori ed è orgogliosa di poter mostrare loro le meraviglie di questa città affascinante e dinamica.                 

Il Museo archeologico giordano vanta una straordinaria collezione di reperti antichi che vanno dall'epoca preistorica al XV secolo, tra cui i celebri rotoli di rame del Mar Morto e quattro bare antropomorfiche risalenti all'età del ferro.                                                                                                                                           

In epoca greco-romana, Amman era chiamata Filadelfia, dal nome dell'imperatore romano Filadelfio. In precedenza, era conosciuta con il nome di Rabbà degli Ammoniti. Amman è formata da un centro storico (in arabo "Balad") più antico e tradizionale, e da una parte più moderna, dinamica e occidentale chiamata appunto "West Amman" (Amman occidentale). Amman è una delle più antiche città del mondo a essere stata continuamente occupata.